Eventi e Webinar

Prevenzione e gestione dei rischi: Metodi e strumenti a disposizione del professionista e dello studio legale

5.04.2019
Condividi
Condividi su linkedin
Condividi su twitter
Condividi su facebook

Le nuove tecnologie applicate al mondo delle relazioni ed allo sviluppo del lavoro sommate alla globalizzazione ed alla crisi in atto, hanno modificato tempi e modi modo di operare di Aziende e Studi, con conseguente aumento di complessità, incertezza e rischio legati a tutti i portanti processi interni ed esterni, su cui si fonda il business; ciò anche con riguardo alla tutela di dati, informazioni e saperi; alla sicurezza delle persone nei luoghi di lavoro e nell’interazione anche con il web; ai comportamenti nel contesto esterno e più in generale, al loro “impatto” nell’ambiente di riferimento.

Sì che sarà vincente l’“organizzazione previsionale”; ossia la capacità dell’Organizzazione di prodotto e/o di servizio di dotarsi di un metodo previsionale e di analisi preventiva, a cui associare un modello gestionale interno efficiente, ossia in grado di rispondere in modo adeguato alle più svariate tipologie di rischio rilevante, secondo le logiche tipiche del c.d. risk management.

In questa direzione, si muove peraltro la nuova norma tecnica ed internazionale UNI EN ISO 9001:2015, con inserimento tra i nuovi requisiti per un modello di gestione efficiente, del tema del rischio e della sua gestione adeguata.

Sul piano normativo e spiccatamente per il settore legale, numerosi sono peraltro i richiami ai rischi professionali, rinvenibili nel disposto di legge di ordinamento professionale e deontologia forense, da poco riformate.

L’attenzione ai rischi è molto cresciuta negli ultimi anni. Essa si collega, per tradizione all’antica cultura della prevenzione. Tuttavia le accresciute velocità ed interdipendenze, anche tra norme giuridiche e tecniche del contesto attuale, ne aumentano l’importanza, rendendo sempre più necessaria una vera e propria “cultura (o forma mentis) del rischio”.

PROGRAMMA

  • Norma ISO 9001:2015 come strumento utile alla gestione dei rischi di Studio – Avv. Giovanna Raffaella Stumpo, Avvocato in Milano
  • Legge professionale e deontologia forense: prevenzione e gestione dei rischi correlati all’esercizio della professione forense – Avv. Andrea Del Corno, Consigliere dell’Ordine degli Avvocati di Milano
  • L’impatto delle nuove forme di comunicazione a mezzo web – la policy e gli strumenti di prevenzione e gestione dei rischi collegati a immagine e reputazione – Avv. Alessandro La Rosa, Avvocato in Milano
  • Risk management per lo Studio Legale: l’approccio della norma ISO 31000 e la tutela dei rischi Salute e Sicurezza del Lavoro specifici per gli avvocati – Dott. Andrea Carlo Maria Baldin – Esperto di Energia, Ambiente, Sicurezza e Qualità