Contenziosi (17 ottobre 2019)

Rassegna stampa del 17 ottobre 2019 estratta da Toplegal.it

Download (PDF, 464KB)

Sanzionata la pubblicazione senza alcuna autorizzazione di contenuti coperti da diritto d’autore di titolarità di RTI

Rassegna stampa del 16 ottobre 2019 estratta da Diritto24

Download (PDF, 495KB)

La Corte di Giustizia UE si esprime sui contenuti illeciti presenti su Facebook

Rassegna Stampa del 15 ottobre 2019 estratta da Centromarca.it

Download (PDF, 98KB)

Previti vince per Rti al Tribunale di Roma

Rassegna stampa del 14 ottobre 2019 estratta da Legal Community

Download (PDF, 151KB)

Studio Previti con Reti Televisive Italiane spa vince contro Bit Kitchen Inc

Rassegna stampa del 17 ottobre 2019 estratta da Cassa Forense

Download (PDF, 125KB)

“Forum Privacy” – Gli adeguamenti documentali

14-15 ottobre 2019 – Baglioni Hotel Carlton – Milano

A ormai più di un anno dall’entrata in vigore del Regolamento UE 2016/679 – GDPR e nell’approssimarsi del primo anno di applicazione del Decreto Legislativo n. 101/18, che ha adeguato il Codice Privacy al GDPR, il “cantiere” delle novità in ambito privacy non si arresta.

Proprio il Decreto 101 ha attribuito al Garante Privacy il compito di assumere determinazioni in ordine alle autorizzazioni generali rilasciate nel previgente quadro normativo, previa verifica della loro compatibilità con il GDPR, e di accertare altresì la rispondenza alla normativa data protection eurounitaria di una serie di codici deontologici. Il Garante, nel dare attuazione a tali prescrizioni, ha svolto negli negli ultimi mesi un’attività particolarmente intensa, nell’ambito della quale ha dato il “via libera”, tra l’altro, al Provvedimento che individua le prescrizioni contenute nelle Autorizzazioni generali nn 1/2016, 3/2016, 6/2016, 8/2016 e 9/2016 compatibili con il nuovo quadro normativo, e a una serie di testi deontologici (i “vecchi” codici ora diventati “regole deontologiche”). È inoltre iniziata l’attività di validazione dei Codici di condotta ai sensi dell’art. 40 del GDPR e dell’art. 20 del D. Lgs. n. 101/18, con l’approvazione, assai recente, del Codice di condotta per il trattamento dei dati personali in materia di informazioni commerciali.

Prosegue intanto, a livello eurounitario, l’attività di elaborazione di Linee Guida da parte dell’EDPB: tra le più recenti si segnalano le Linee Guida sulla videosorveglianza (n. 3/2019), adottate nella sessione plenaria del 9 e 10 luglio 2019.

Il convegno, dopo aver messo a fuoco lo stato dell’arte della normativa applicabile e dei contributi “integrativi” e interpretativi delle autorità di controllo, procederà ad esaminare tutti i principali istituti introdotti o comunque innovati dal GDPR e dagli interventi legislativi nazionali, consentendo agli interessati di effettuare un vero e proprio “check” rispetto al proprio grado di conformità alla normativa e alle eventuali azioni correttive o migliorative da intraprendere.

DOCENTI

Dott. Riccardo Acciai – Garante per la Protezione dei Dati Personali

Avv. Enrico Barraco – Studio Legale Barraco

Avv. Anna Cataleta – Data Protection Officer

Avv. Vincenzo Colarocco – Studio Previti Associazione Professionale

Prof. Avv. Alessandro Del Ninno – Studio Legale Tonucci & Partners

Avv. Francesco De Maio – EY

Avv. Eleonora Fasoli – Studio Legale Mancini

Avv. Diego Fulco – Istituto Italiano per la Privacy e la Valorizzazione dei Dati

Avv. Nadia Martini – Rödl & Partner

Avv. Rocco Panetta – Panetta & Associati

Prof. Avv. Giorgio Pedrazzi

Dott. Luigi Rufo – Referente del DPO per l’Azienda Ospedaliero Universitaria Meyer

Avv. Giuseppe Vaciago – R&P Legal

Avv. Giulia Zappaterra – DLA Piper Studio Legale Tributario

 

Per maggiori informazioni

Il gioco delle regole – Forme di Futuro 2019

11.10.2019 – Scuola superiore Sant’Anna – Pisa

Nell’era digitale il diritto deve confrontarsi con le evoluzioni e le rivoluzioni della tecnologia ed è chiamato a tutelare la persona e la società in un intricato “gioco di regole”. In alcuni casi le regole ci sono, come per la data protection, che però continua ad oscillare tra l’utopia di una tutela efficace e la realtà fatta di frequenti violazioni. In altri casi le regole ci sono in parte, dal momento che esiste la normativa sovranazionale, ma questa deve essere recepita dal legislatore nazionale: è il caso del copyright e del difficile bilanciamento tra i diritti degli autori e le libertà degli utenti. A volte, infine, la tecnologia è sostanzialmente ancora in cerca di regole giuridiche, come nel caso della catena di valore costituita dalla blockchain e delle “nuove” monete. Da altra angolatura, esistono più regole diverse, di matrice nazionale, che pongono il problema della loro applicazione per un’attività globalizzata, come accade per il profilo della fiscalità nel web. “Il gioco delle regole” tra diritto e tecnologia va dunque in scena alla ricerca del bilanciamento tra libertà e interessi contrapposti.

Programma:

-Saluti Istituzionali;
Presentazione sessione “Il gioco delle regole” a cura di Fernanda Faini e Dianora Poletti
-Presentazione del Centro di Ricerca Interdipartimentale “Diritto e Tecnologie di Frontiera” (Detect) e della Laurea magistrale in Diritto dell’innovazione per l’impresa e le istituzioni;
-Diritto, fisco, monete e informazione digitale: quali soluzioni?

Relatori:

  • Vincenzo Colarocco
  • Marco Bellezza
  • Fernanda Faini
  • Dianora Poletti
  • Michela Passalacqua
  • Loredana Carpentieri
  • Massimo Chiriatti
  • Paolo Maria Mancarella

Per maggiori informazioni

Ip, le sfide del terzo millennio passano per il mercato digitale

Rassegna stampa del 30 settembre 2019 estratto da pag. 34 e 35 di Italia Oggi

Download (PDF, 2.52MB)

Adeguata verifica della clientela: cosa è cambiato

4 ottobre 2019 – Hotel Michelangelo – Milano

Il presente corso di formazione si propone di ripercorrere l’evoluzione normativa della materia dell’antiriciclaggio, con particolare riferimento agli obblighi di adeguata verifica della clientela, sino ad arrivare all’ultimo provvedimento di novella della Banca d’Italia, dell’agosto 2019.

Obiettivi
    • Ripercorrere brevemente gli aspetti sostanziali della disciplina
    • Focalizzare i soggetti destinatari, il contenuto dell’obbligo di verifica e le sue modalità di adempimento
    • Comprendere in cosa si sostanzi l’ultimo intervento della Banca d’Italia

Relatori

Avv. Vincenzo Colarocco

Avv. Chiara Benvenuto

per maggiori informazioni