“Pirateria e rischi informatici” – intervista a Stefano Previti

Studio Previti Associazione Professionale, l’Avv. Stefano Previti, Presidente OWL Osservatorio Web Legalità, intervistato in occasione dell’evento “Il prezzo della gratuità – Pirateria e rischi informatici”, organizzato dalla Federazione per la Tutela dei Contenuti Audiovisivi e Multimediali (FAPAV) e da LUISS Business School il 2 aprile 2019 a Roma alla Luiss.

Commentario al Regolamento UE 2016/679 e al Codice della Privacy aggiornato

“Commentario al Regolamento UE 2016/679 e al Codice della Privacy aggiornato”

A cura di Vincenzo Colarocco -Andrea d’Agostino – Luca R. Barlassina

 

Sarà possibile ritirare la tua copia presso il desk dell’editore Penta Group durante l’evento

“Un anno di Regolamento UE 2016/679 – La privacy nel settore privato”

 9 aprile 2019 dalle 9.30 – 13.30 e dalle 14.30 – 18.00 | Sala Valente, Via Carlo Freguglia 14, Milano

Un anno di Regolamento UE 2016/679 – La privacy nel settore privato: spunti e riflessioni con esponenti del Garante per la Protezione dei Dati Personali

Milano – 9 aprile 2019 – Tribunale di Milano

Download (PDF, 1.42MB)

Prevenzione e gestione dei rischi: Metodi e strumenti a disposizione del professionista e dello studio legale

5 aprile 2019 – Sala Conferenze Eligio Gualdoni – Milano

Le nuove tecnologie applicate al mondo delle relazioni ed allo sviluppo del lavoro sommate alla globalizzazione ed alla crisi in atto, hanno modificato tempi e modi modo di operare di Aziende e Studi, con conseguente aumento di complessità, incertezza e rischio legati a tutti i portanti processi interni ed esterni, su cui si fonda il business; ciò anche con riguardo alla tutela di dati, informazioni e saperi; alla sicurezza delle persone nei luoghi di lavoro e nell’interazione anche con il web; ai comportamenti nel contesto esterno e più in generale, al loro “impatto” nell’ambiente di riferimento.

Sì che sarà vincente l’“organizzazione previsionale”; ossia la capacità dell’Organizzazione di prodotto e/o di servizio di dotarsi di un metodo previsionale e di analisi preventiva, a cui associare un modello gestionale interno efficiente, ossia in grado di rispondere in modo adeguato alle più svariate tipologie di rischio rilevante, secondo le logiche tipiche del c.d. risk management.

In questa direzione, si muove peraltro la nuova norma tecnica ed internazionale UNI EN ISO 9001:2015, con inserimento tra i nuovi requisiti per un modello di gestione efficiente, del tema del rischio e della sua gestione adeguata.

Sul piano normativo e spiccatamente per il settore legale, numerosi sono peraltro i richiami ai rischi professionali, rinvenibili nel disposto di legge di ordinamento professionale e deontologia forense, da poco riformate.

L’attenzione ai rischi è molto cresciuta negli ultimi anni. Essa si collega, per tradizione all’antica cultura della prevenzione. Tuttavia le accresciute velocità ed interdipendenze, anche tra norme giuridiche e tecniche del contesto attuale, ne aumentano l’importanza, rendendo sempre più necessaria una vera e propria “cultura (o forma mentis) del rischio”.

PROGRAMMA

  • Norma ISO 9001:2015 come strumento utile alla gestione dei rischi di Studio – Avv. Giovanna Raffaella Stumpo, Avvocato in Milano
  • Legge professionale e deontologia forense: prevenzione e gestione dei rischi correlati all’esercizio della professione forense – Avv. Andrea Del Corno, Consigliere dell’Ordine degli Avvocati di Milano
  • L’impatto delle nuove forme di comunicazione a mezzo web – la policy e gli strumenti di prevenzione e gestione dei rischi collegati a immagine e reputazione Avv. Alessandro La Rosa, Avvocato in Milano
  • Risk management per lo Studio Legale: l’approccio della norma ISO 31000 e la tutela dei rischi Salute e Sicurezza del Lavoro specifici per gli avvocatiDott. Andrea Carlo Maria Baldin – Esperto di Energia, Ambiente, Sicurezza e Qualità

 

Il Cliente Omnichannel tra Customer Experience e Brand Reputation

Milano – 3 aprile 2019 – Enterprise Hotel

Le innovazioni tecnologiche, l‘evoluzione dei contenuti, l’immersitivà dei flagship store e tutte le altre componenti dell’esperienza di marca, oggi devono fare perno su una componente emotiva, perseguendo l’obiettivo di creare esperienze che vadano oltre il prodotto. La disponibilità di numerosi canali, permette alle aziende di interagire con il consumatore su diversi livelli e di poter così influenzare le sue scelte, generando delle vere e proprie “esperienze di acquisto“, meglio nota come Customer Experience. Per ottenere un esito positivo, le strategie scelte che coinvolgono più canali, devono mantenere un certo grado di coerenza. L’Omnicanalità prevede quindi l’interconnessione tra i molteplici canali, dove l’uno è complementare dell’altro e con l’obiettivo comune di offrire un’esperienza nuova e unica. La Customer Experience è importante poiché ogni touchpoint con l’azienda (dall’assistenza online al punto vendita) rappresenta un’opportunità per promuovere il passaparola positivo e lavorare così sulla reputazione del marchio, portando alla fidelizzazione del consumatore e alla creazione di nuove relazioni. L’itinerario che il cliente percorre quando si instaura un contatto con l’azienda, è quella che oggi viene chiamata Customer Journey e che può essere determinante per il mantenimento o meno del legame con il brand.

Tra i temi al centro del convegno:

– Come sta cambiando la gestione della reputazione aziendale alla luce della digitalizzazione, della comunicazione omnicanale e della seamless experience?

– Quali elementi considerare per capire e interpretare le tendenze dei propri clienti, per mantenere la loro attenzione e creare fidelizzazione?

– Come creare un legame fra brand analysys e innovazione?

– Come gestire i nuovi cyber risk?

– Come tutelare la reputazione online e quale la giurisprudenza a supporto?

RELATORI:

  • Caterina Angelici – Senior Trade Marketing Specialist di Arena Water Instinct
  • Carlo Caporizzi – Socio e Amministratore Delegato di GMDE
  • Alessandro La Rosa – Responsabile del Dipartimento “Diritto della proprietà intellettuale, diritto di Internet e concorrenza sleale” di Studio Previti
  • Tommaso Chiesa – Head of Digital and CVM di The Space Cinema
  • Cristina Dal Monte – FOUNDER & INNOVATION CATALYST di Digital Seed
  • valeria De Silvestro – Customer Experience Officer di Kantar
  • Angelo Di Gregorio – Direttore di CRIET e professore presso Università di Milano-Bicocca
  • Giulia Maserati – Head of Customer Strategy di ING
  • Giorgia Meroni – Senior Account Manager di MailUp
  • Stefano Ravani – Managing Director di Voyage Privé Italy
  • Sandro Sciaky – Direttore Commerciale di Enghouse Italy
  • Simone Wolf – General Manager di OL Italia

Per maggiori informazioni.

Il prezzo della gratuità: Pirateria e rischi informatici

Roma – 2 aprile 2019 – Villa Blanc

Appuntamento a Roma il prossimo 2 aprile, alle ore 15:00, per il convegno “Il prezzo della gratuità: Pirateria e rischi informatici”, organizzato da FAPAV, Federazione per la Tutela dei Contenuti Audiovisivi e Multimediali, e LUISS Business School, sul tema dei rischi derivanti dalla pirateria.

Download (PDF, 1.46MB)

Programma

Ore 15.00: Introduzione

  • Paolo Boccardelli, Direttore LUISS Business School
  • Federico Bagnoli Rossi, Segretario Generale FAPAV
  • Vito Crimi, Sottosegretario di Stato alla Presidenza del Consiglio dei Ministri
  • Marco Pratellesi, Giornalista e Condirettore AGI Agenzia Giornalistica Italia

Come i siti pirata si arricchiscono con i dati personali e “infettano” i dispositivi

  • Riccardo Bettiga, Presidente Ordine degli Psicologi della Lombardia
  • Giovanna Bianchi Clerici, Componente Garante Protezione Dati Personali
  • Maurizio Pellegrini, Senior Researcher FUB Fondazione Ugo Bordoni
  • Stefano Previti, Presidente OWL Osservatorio Web Legalità
  • Carlo Solimene, Direttore II divisione servizio Polizia Postale

Come la pirateria contamina il settore audiovisivo

  • Francesca Chiocchetti, Public Affairs Manager Samsung Electronics Italia
  • Fabrizio Ioli, Senior Vice President Home Entertainment & Consumer Product Warner Bros. Ent. Italia
  • Federica Lucisano, AD Lucisano Media Group
  • Col. Salvatore Paiano, Comando Unità Speciali Guardia di Finanza Nucleo Speciale Beni e Servizi – Gr. Anticontraffazione
  • Egidio Viggiani, Direttore Affari Generali e Istituzionali Prima TV

Conclusioni

  • Lucia Borgonzoni, Sottosegretario di Stato per i Beni e le Attività Culturali

 

per maggiori informazioni.