Banca d’Italia: sanzioni all’amministratore di una SGR

Avv. Daniele Franzini

E’ legittima la sanzione pecuniaria comminata dalla Banca d’Italia nei confronti dell’amministratore di una SGR – per plurime e gravi criticità in termini di esposizione dell’intermediario ai rischi strategici, legali e reputazionali e scarsa trasparenza dell’azione della compagine amministrativa – anche se l’incarico in Consiglio è durato soltanto pochi mesi ed era privo di deleghe operative.

Né viene in rilievo un possibile bis in idem, rispetto al coevo procedimento penale, o il principio del favor rei, riguardo le successive modifiche normative, vista la natura indiscutibilmente amministrativa delle sanzioni.

Lo ha stabilito la Corte di Cassazione con la sentenza n. 24723 del 8.10.2018.