Recensioni false su Tripadvisor: è sostituzione di persona

Avv. Flaviano Sanzari

Scrivere recensioni false ha sempre rappresentato una violazione di legge –comunitaria (Direttiva 2005/29/CE relativa alle pratiche commerciali sleali tra imprese) e nazionale- ma questa è la prima volta che si configura il reato di sostituzione di persona.

Nel caso di specie, il proprietario di un’azienda salentina che vendeva pacchetti di recensioni online false su TripAdvisor è stato condannato dal Tribunale di Lecce a 9 mesi di reclusione e al pagamento di circa 8.000 euro (il lucro illecitamente accumulato).

Per potersi configurare il reato di sostituzione di persona sul web si deve necessariamente realizzare un vantaggio per colui che la mette in atto: nel caso di specie è stato infatti accertato che la creazione di false recensioni positive dietro corrispettivo consentisse alla struttura di posizionarsi nei primi risultati di ricerca, realizzando così un ritorno di immagine non indifferente in termini di pubblicità.

Non v’è dubbio che la sentenza pronunciata dal Tribunale di Lecce costituisca un punto di svolta nel fenomeno delle false recensioni online, mettendo fine a una pratica commerciale pregiudizievole per i diritti degli utenti e dei consumatori.