Free speech e internet governance

Un recente ed interessante caso inerente la tutela del diritto alla libera espressione in rete ha riguardato l’esercizio del diritto di satira in Francia.

Il Tribunal de Grande Instance di Parigi ha condannato l’associazione “La Manif pour tous” per aver plagiato una pubblicità social della “Société protectrice des animaux”. L’associazione convenuta in giudizio sosteneva che fosse protetto dal diritto di libertà di manifestazione del pensiero, nonché dal diritto di satira, utilizzare gli slogan e le fotografie, pur se modificate, della campagna animalista, per contestare il fenomeno della maternità surrogata. Il Tribunale francese ha invece stabilito che siffatto comportamento non rappresenta l’esercizio del diritto di satira, anzi riutilizzare in modo parassitario una campagna di successo altrui integra la violazione del diritto d’autore, non essendo stati riscontrati elementi di satira o provocatoriamente umoristici. Pertanto, il TGI ha condannato l’associazione “La Manif pour tous” a pagare 15 mila euro di risarcimento e 4 mila euro di spese legali, a fronte dei 200 mila euro pagati dalla società per la protezione degli animali per la sua campagna pubblicitaria.