La misura “Marchi +3”

Avv. Alessandro La Rosa

Via libera dal 7 marzo 2018 alla presentazione di domande per marchi europei ed internazionali tramite le nuove agevolazioni del MISE. La misura “Marchi +3”, proposta dalla Direzione Generale per la Lotta alla Contraffazione del Ministero dello Sviluppo Economico e l’Unioncamere a sostegno della capacità innovativa e competitiva delle PMI, mira ad un piano di incentivo dell’estensione dei marchi nazionali a livello europeo ed internazionale tramite formule di rimborso a sportello delle spese sostenute dalle imprese nazionali.

Le risorse messe a disposizione dal MISE ammontano complessivamente a € 3.825.000,00 e consentiranno depositi presso EUIPO (Ufficio dell’Unione europea per la proprietà intellettuale) e l’OMPI (Organizzazione Mondiale per la Proprietà Intellettuale).

Possono partecipare al bando tutte le imprese micro, piccole o medie aventi sede legale ed operativa in Italia, costituite ed iscritte nel Registro delle Imprese ed in regola con il versamento del diritto camerale annuale.

Le agevolazioni rivolte al deposito di marchi europei consentono di far recuperare le spese sostenute per la progettazione del nuovo marchio, per le ricerche d’anteriorità, per l’assistenza legale per la tutela del marchio in caso di rifiuto della domanda di registrazione e per le tasse di deposito, purché entro il tetto massimo di 6.000,00 euro per ciascuna domanda di marchio presentata presso l’EUIPO. Per il deposito di marchi internazionali, invece, le spese ammesse vengono rimborsate nel limite dell’80% con un tetto massimo di 6.000,00 euro per ciascuna domanda per singolo Paese e di 7.000,00 euro per la registrazione in due o più Paesi. Un incentivo maggiore viene accordato in caso di depositi nei Paesi più critici per l’internazionalizzazione delle imprese italiane: ovvero la Cina e gli USA; per questi Paesi, la percentuale rimborsabile arriva al 90% delle spese ammissibili. L’agevolazione massima concessa a ciascuna impresa per entrambe le tipologie di estensione, europea o internazionale, è pari a 20.000,00 euro. Maggiori dettagli alla pagina web: http://www.sviluppoeconomico.gov.it/index.php/it/198-notizie-stampa/2037465-marchi-3 .