Start Up Innovative: incentivi fiscali per tutti!

La Commissione Europea con la decisione del 18 settembre scorso (SA 47184) ha autorizzato gli incentivi fiscali per chi investe in start-up innovative, previsti dalla legge di bilancio per il 2017, lo ha comunicato il MISE il 2 settembre scorso. Si ricorda che le persone fisiche beneficiano di una detrazione dall’IRPEF lorda pari al 30% della somma investita nel capitale sociale delle startup innovative, fino ad un investimento massimo di un milione di euro annui e le persone giuridiche di una deduzione dall’imponibile IRES pari al 30% dell’investimento, con una soglia massima di investimento annuo pari a 1,8 milioni di euro. Grazie al via libera della Commissione, gli incentivi potranno essere utilizzati, in maniera stabile e permanente e non solo limitatamente all’anno 2017, dagli investitori che intendono fare investimenti nel capitale di rischio delle startup innovative; ne rimangono pertanto fuori tutti gli altri tipi di versamenti che hanno una funzione di finanziamento, consistenti in poste del passivo, e quindi destinati in quanto tali ad essere restituiti ai soggetti finanziatori. Ciò che rileva è anche che questi incentivi sono usufruibili sia in caso di investimenti diretti, sia in caso di investimenti indiretti operati per il tramite di organismi di investimento collettivo del risparmio (OICR) e di altre società che investono prevalentemente nelle start-up innovative.