Perdura il blocco aumenti salariali per il ccnl terziario

Si è risolto con un nulla di fatto l’incontro avvenuto lo scorso 5 dicembre tra Confcommercio e Filcams, Fisascat e Uiltucs per la definizione della nuova decorrenza degli aumenti contrattuali previsti per novembre 2016 la cui erogazione era stata sospesa con accordo del 24 ottobre 2016.

Allo stato, pertanto, l’aumento previsto dal Contratto nazionale del Terziario della distribuzione e dei servizi siglato il 30 marzo 2015 di euro 16,00 resta sospeso e il clima di forte instabilità lascia presagire dubbi su un accordo tra le parti sociali in tempi rapidi.