L’apertura di una Newco in Cina diventa più facile

Gli imprenditori che intendono aprire la propria attività in Cina devono presentare una domanda unica al SAIC (State Administration for Industry and Commerce) al fine di ottenere tre permessi essenziali: quello per la licenza commerciale dell’impresa, quello di registrazione della posizione fiscale al fine del versamento delle imposte e quello relativo al codice organizzazione, necessario, questo, per poter aprire conti correnti bancari o per ottenere la export license, prima rilasciato solo dal National Administration for Code Allocation to Organizations. Da ottobre 2016 gli imprenditori saranno in grado di ottenere presso il SAIC anche il certificato di assicurazione sociale e quello di registrazione statistica. Il consistente snellimento del sistema burocratico ha portato nel solo 2015, rispetto all’anno precedente, ad un incremento del 20% delle nuove imprese avviate, facendo registrare una media di 12.000 società costituite quotidianamente per complessivi 4.400 milioni di unità su base annua, un risultato che testimonia l’efficienza e l’affidabilità raggiunte oggi dal sistema giuridico commerciale cinese, all’avanguardia nell’incentivazione e nella tutela dell’imprenditoria in ogni sua forma. I dati sono stati diffusi a fine Agosto 2016 dal governo cinese, attraverso l’agenzia di stampa Xinhua, e sono il frutto della riforma del sistema amministrativo di registrazione semplificata delle newco varato nel 2014 e proseguito con riforme rilevanti sino a tutto il 2015.