Startup italiane in partenza per la Cina

Il parco teconologico Zhongguancun Science Park di Pechino, uno dei più importanti in Cina, ha varato negli ultimi giorni del mese di Giugno il nuovo programma “Inno Pioneer”, finalizzato ad attrarre nelle proprie strutture giovani imprenditori, studenti e startup da tutto il mondo. Il programma costituisce per i giovani imprenditori italiani una grande opportunità per proporre progetti innovativi e sviluppare i propri business, in una struttura che negli ultimi due decenni ha raccolto quasi 20.000 startup di alta e nuova tecnologia, su tutte Lenovo e Baidu, nei settori delle nuove tecnologie elettroniche, della biomedicina, delle energie, della tutela ambientale e dei nuovi materiali aerospaziali. L’accesso al programma è favorito da una regolamentazione ad hoc, elaborata dai funzionari del governo di Pechino e del comitato di gestione dello Zhongguancun, tesa ad offrire agli startupper la concessione di visti a lungo termine, mediante procedure di approvazione dei soggiorni molto veloci. Lavorare all’interno del parco tecnologico Zhongguancun rappresenta per gli imprenditori un’occasione straordinaria, che consente loro di avere a disposizione un ambiente altamente stimolante che consta di 40 college, 67 laboratori statali e 55 centri di ricerca ingegneristica e tecnologica.