PMI Innovative: Fondo di Garanzia più accessibile

Accesso semplificato al Fondo di Garanzia per le PMI innovative. Lo regolamenta il decreto interministeriale Sviluppo Economico- Economia e Finanze del 23 marzo 2016, pubblicato sulla “Gazzetta Ufficiale”n.114 il 17 maggio scorso. Il Dl n. 3/2015 ha esteso gran parte delle agevolazioni riservate alle start-up innovative a tutte le PMI innovative. La procedura di accesso al Fondo di Garanzia viene, di fatto, molto facilitata: in sostanza, le PMI potranno accedere alle agevolazioni senza necessità che l’istruttoria sul merito creditizio sia condotta dal gestore del Fondo. Il compito è, infatti, delegato alla stessa banca che eroga il finanziamento (garantito fino all’80% dal Fondo) o al Confidi adito. Alla procedura semplificata, da oggi, possono accedere le PMI innovative che rientrano nella Fascia 1 o nella Fascia 2 di valutazione e sempre che il soggetto finanziatore, in relazione all’importo dell’operazione finanziaria, non acquisisca alcuna garanzia, reale, assicurativa o bancaria, ad eccezione delle garanzie personali o concesse dai Confidi e dagli altri fondi di garanzia. L’importo massimo complessivamente oggetto di garanzia per ogni PMI innovativa è pari a 2,5 milioni di euro, da utilizzare eventualmente attraverso più operazioni.