Revocabilità del consenso all’uso dell’immagine

Il consenso alla pubblicazione della propria immagine è sempre revocabile a prescindere dalla pattuizione di un compenso, stante la sua natura di diritto inalienabile. Questo il principio espresso dalla Corte di Cassazione (sentenza n. 1748/2016) che ha ritenuto illecita l’utilizzazione a fini pubblicitari dell’immagine di un soggetto che -dopo averne inizialmente autorizzato l’uso senza alcun limite temporale e dietro pagamento di un corrispettivo- ha successivamente revocato la propria autorizzazione.