iWatch e Apple Watch, guerra di esclusive

L’uso del marchio “iWatch” (da parte di Apple) come keyword nel servizio AdWord di Google, pur essendo un marchio registrato da altra società (la software house irlandese Probendi che tratta sistemi di sicurezza) è stato ritenuto lecito da una recente ordinanza del Tribunale di Milano (datata 14.12.2015). Ancorché “iWatch” non sia un prodotto Apple (ed infatti l’orologio della “mela” si chiama “Apple Watch”), secondo il Tribunale di Milano l’uso di un segno identico ad un marchio altrui, nell’ambito di un servizio di posizionamento come AdWords, non è idoneo a compromettere la funzione di pubblicità del marchio poiché, nel caso di specie, la funzione pubblicitaria del marchio di Probendi non verrebbe pregiudicata in relazione ai prodotti da essa commercializzati.